Urraco V8

 logo-urraco logo_silhouette logo_silhouette

La CarrozzeriaTouring


Carrozzeria Touring aveva realizzato i primi due modelli di produzione Lamborghini: la 350GT nel 1964 e la 400GT nel 1966
La Carrozzeria Touring, nota anche comeTouring Superleggera, è una carrozzeria italiana fondata nel 1926, dall'avvocato Felice Bianchi Anderloni e dall'amico, esperto di amministrazione, Gaetano Ponzoni e da Vittorio Ascari, fratello maggiore del pilota dell'Alfa Romeo Antonio.
Specializzata nella realizzazione di autovetture concept car e one-off, nel disegno e nella progettazione di carrozzerie su commissione e nell'assemblaggio di automobili complete per conto di altre case automobilistiche. È nota soprattutto per aver ideato la tecnica di realizzazione della scocca denominata Superleggera.
Il metodo Superleggera venne introdotto dalla Touring nel 1936. La tecnica (mutuata dalla costruzione di aeroplani) prevedeva una scocca in sottili (ma resistenti) tubi d'acciaio alla quale venivano applicati i pannelli in alluminio della carrozzeria. Telaio e scocca, inoltre, erano tutt'uno, anticipando di parecchi anni l'avvento della scocca portante. Inoltre, negli stessi anni, la Touring costruì una sorta di rudimentale galleria del vento, per migliorare la profilatura delle proprie carrozzerie. Rimase infatti importante anche l'attività di design.
Nel 2006 il marchio Touringvenne rilevato dalla finanziaria olandese Zeta Europe BV, già proprietaria del marchio Borrani. Di lì a poco la storica carrozzeria milanese torna a nuova vita, con il nome di Touring Superleggera e con sede a Rho. L'esordio della nuova Touring avvenne al Concorso d'eleganza Villa d'Este del 2008, dove venne esposta la Maserati Bellagio, una versione station wagon della Quattroporte V. Seguirono poi la Maserati A8GCS, altra fuoriserie col marchio del Tridente, stavolta su base Maserati GranSport, e la Bentley Continental Flying Star, giardinetta di lusso. Nel 2012 al Salone di Ginevra viene presentata la Disco Volante 2012, reinterpretazione in chiave moderna della storica Alfa Romeo 1900 C52.

RuoteBorrani


Borrani è stato il primo a fornire i cerchi per la Lamborgini.
Le ruote dei campioni fin dal 22 aprile 1922, giorno in cui Carlo Borrani porta a Milano il brevetto internazionale Rudge-Whitworth e ne fa un riferimento mondiale di tecnica e stile.
Come quando nel 1924 un giovane Enzo Ferrari vincendo la coppa Acerbo a Pescara decide di adottare le ruote Borrani per tutte le auto della sua scuderia, diventando il cliente più illustre dell’officina milanese.
Da allora le Ruote della Vittoria, le prime ad essere realizzate in alluminio, hanno conquistato otto campionati mondiali di Formula 1 e 7.482 corse automobilistiche in tutto il mondo.

TelaiMarchesi


La società iniziò la sua attività nel 1965 come impresa metalmeccanica di tipo artigianale operante nel settore automobilistico.
I soci fondatori, Signori Marchesi Umberto e Bonora Mauro, iniziarono una stretta collaborazione con le maggiori case automobilistiche costruendo i telai e i componenti meccanici delle più famose vetture sportive(fra cui la Lamborghini) e di piccola/media produzione.
Nel 1972 la società si è trasferita nella sua attuale sede di Via dei Tipografi in un fabbricato di proprietà di circa mq. 4500.
Nel corso del 1983 la società si è trasformata in Società a Responsabilità Limitata, attuale forma giuridica; i Signori Marchesi Umberto e Bonora Mauro ne sono tuttora gli Amministratori unici.

  • Lamborghini Marchesi Photos-8923
  • Lamborghini Marchesi Photos-8956
  • Lamborghini Marchesi Photos-8960
  • Lamborghini Marchesi Photos-8989
  • Lamborghini Marchesi Photos-8993
  • Lamborghini Marchesi Photos-9008
  • Lamborghini Marchesi Photos-9017
  • Lamborghini Marchesi Photos-9063
  • Lamborghini Marchesi Photos-9065

Simple Image Gallery Extended

laBertone Design


Da sempre collabora con le più grandi case automobilistiche mondiali, ed alcune fra le più belle e prestigiose auto prodotte portano la sua firma: Lamborghini Countach, Lancia Stratos, Fiat X1/9, Lamborghini Miura e la serie X della Citroën tanto per citarne alcune.
Un'azienda che si è sviluppata sempre più, sino a oggi, grazie al suodirigente Nuccio Bertone (1914-1997) figlio di Giovanni primo fondatore: un uomo che ha saputo unire una grande capacità imprenditoriale a un gusto sicuro, che gli ha permesso di incanalare l'estro dei suoi stilisti garantendo la praticabilità delle loro proposte. Alcuni designer mondiali sono nati in Bertone scoperti proprio da Nuccio: primi fra tutti Marcello Gandini e Giorgetto Giugiaro.
Dopo la morte di Nuccio Bertone, la società ha iniziato un lento peggioramento delle economie interne, causate da speculazioni finanziarie e cattive scelte manageriali. L'azienda conosce così i suoi più brutti anni di storia, dopo l'annullamento del contratto produttivo con la Fiat che non ha consentito alla Bertone di produrre l'Alfa Romeo GT, preferendogli il suo stabilimento di Pomigliano d'Arco. L'azienda entra in piena crisi, dopo l'annullamento del contratto produttivo con la Fiat che non ha consentito alla Bertone di produrre l'Alfa Romeo GT, preferendogli il suo stabilimento di Pomigliano d'Arco, sino a sfociare nel fallimento del 2014. Fra le varie trattative di acquisizione nel 2007 si era fatta avanti la DR, intesa poi non conclusa per decisione della dirigenza Bertone.
Il 23 gennaio 2008, dopo la lunga crisi, l'azienda era stata venduta da Lilly Bertone, la presidente, a Domenico Reviglio, presidente del gruppo Keiber. La Procura indagò su tale cessione ed ipotizzò il reato di bancarotta fraudolenta.

mod_eprivacy