Urraco V8

 logo-urraco logo_silhouette logo_silhouette

Davide Barale


Davide Borale

Mi chiamo Davide Barale e vivo da sempre a Torino, terra di tanti marchi importanti dell’industria automobilistica ma anche di tanti blasonati carrozzieri, primo tra tutti Bertone che ha vestito le Lamborghini.
La mia grande passione per la Lamborghini e l’ammirazione per quel genio eclettico che era Ferruccio, l’ho avuta sin da piccolo ed ha percorso tutta la mia vita. Nessuno in casa mia aveva la “febbre” per il mondo delle auto sportive ed in particolare per la Lamborghini, io invece ero attratto magneticamente dalle vetture sportive in particolare da quelle con il simbolo del toro, la casa automobilistica che ieri come oggi mi piace definire “fabbrica dei sogni ed emozioni”. Erano gli anni ’70, proprio vicino a casa mia a Torino c’era la concessionaria dell’epoca “Lamborauto”. Era il 1976 per la precisione, nel breve tragitto per andare a scuola ricordo bene le Lamborghini di quegli anni, Miura, Espada e molte Urraco che entravano e uscivano dall’officina autorizzata posizionata in un cortile di Via Piazzi dove ora c’è una carrozzeria. Mi fermavo ad ammirarle entusiasta, poi a casa guardavo il modellino Urraco Mebetoys di colore verde in scala 1:43 che mi avevano regalato e rappresentava la mia auto preferita.
Ho continuato a seguire ed ammirare le Lamborghini finchè nel 2012, complice un weekend lungo in Motor Valley, ho visitato la fabbrica, il museo della casa ed il museo di famiglia Lamborghini allora ubicato a Dosso di Ferrara, l’affascinante” cattedrale” come era chiamata in gergo e che ho avuto l’opportunità di visitare con la mia famiglia in visita privata sotto la guida nientemeno che di Fabio Lamborghini. Rivedendole, quelle auto, pur se passati oltre trent’anni, mi sono sembrate ancora più affascinanti, forse perché incomparabili alle auto tutte uguali di oggi, forse perché mi ricordano quel periodo e quei grandi personaggi creatori di queste automobili che restano intramontabili e inavvicinabili, penso a Ferruccio Lamborghini e a Nuccio Bertone in particolare, il binomio magico che ha prodotto in un periodo relativamente breve delle autentiche opere d’arte nel settore dell’automotive. E’ stato come se si risvegliasse un vulcano, un interesse latente formidabile.
Pochi mesi dopo, per una combinazione veramente casuale e fortunata, conobbi il “personaggio chiave”, Maria Cristina Guizzardi, nativa di Sant’Agata Bolognese, curatrice del museo della casa e grande appassionata della storia della Lamborghini e del suo fondatore, tanto che aveva dato vita ad un’associazione dedicata, l’Associazione Tori e Motori. Da lì, nella comune passione, è nato un sodalizio che si pone l’obiettivo di far incontrare gli appassionati di queste vetture fantastiche con i loro creatori, per mantenere viva la memoria di questa bellissima avventura creata da Ferruccio in poco più di una decina di anni, che ha lasciato a mio avviso un’impronta indelebile nella storia dell’automobile.

E così nel maggio del 2014, grazie agli appassionati possessori provenienti da tutta Europa, abbiamo riunito tutti i modelli di Lamborghini V8, dalla Urraco (P250, P300 e P200) alla Jalpa passando per le rarissime Silhouette!

Così è nata la ns. community e questo è solo l’inizio!

mod_eprivacy