Urraco V8

 logo-urraco logo_silhouette logo_silhouette

La Grande Bellezza

FALLIMENTI GRUPPO BERTONE

Nuccio Bertone l'aveva chiesto formalmente alla moglie Lilli sul letto di morte: "Promettimi di portare l'azienda al compimento dei 100 anni". Siamo all'inizio del 1997, Nuccio è molto malato e capisce che non ce la farà a realizzare il sogno di arrivare al 2012, quando l'attività di riparatore di carrozze, avviata dal padre Giovanni nel 1912 e portata da lui a crescere fino a diventare una grande azienda, avrebbe doppiato la fatidica cifra dei cento anniuBertone si spegnerà poco dopo, il 26 febbraio, all'età di 83 anni.
Qualche settimana più tardi sarà presen¬tata al Salone di Ginevra la Sportut, uno studio per una fuoristrada compatta realizzata su meccanica dell'Alfa Romeo 145.
È da allora, si può dire, che ha inizio la fase calante del suo piccolo-grande impero: un gruppo di aziende di progettazione e di produzione, diventato industria grazie alle sue doti imprenditoriali e alla sua determinazione fuori dal comune. Un mix di qualità sorprendenti, che lo ha portato a capire in anticipo i cambiamenti in atto nel mondo dell'auto e a indirizzare le sue intuizioni verso settori ine-splorati fino a proporsi come produttore di auto a tutto campo. Doti rare, che però non l'hanno aiutato a percepire invece per tem¬po i rischi a cui sarebbero andati incontro i suoi familiari una volta prese in mano le redini delle sue aziende.
Lilli rispetterà la promessa portando il marchio Bertone al compimento del 100° anno di vita, ma il gruppo ci arriverà in condi¬zioni così disastrate che due anni dopo (sia¬mo a oggi) di tutto quello che Nuccio ave¬va costruito non rimane nulla. Tra le vicende giudiziarie che hanno coinvolto madre e figlie sulla gestione delle aziende, la ricerca vana di nuovi partner industriali, la perdita di contratti ventennali come quello con Opel, il flop di iniziative come lo scooter CI BMW, la mancanza di nuovi contratti e, non ultima, la crisi delle carrozzerie indipendenti sostitui¬te dai centri stile delle Case automobilistiche che hanno portato la costruzione di "fuorise¬rie" all'interno delle fabbriche, il futuro della Bertone era già molto a rischio.

Molte delle quali pezzi unici, finite anch'esse nel pentolone fallimentare insieme a tutte le aziende di Bertone.
Con la differenza che sulla collezione oggi grava un vincolo dei Beni Culturali che ne vieta sia la dispersione sia la vendita all'estero. Venderle infatti non sarà facile per il curatore che le ha in carico. Come non sarà semplice per l'altro curatore vendere la Bertone Stile, l'azienda gioiello di Nuccio, costruita nel 1972 a Caprie, all'ingresso della Val di Susa, in modo da separare l'aspetto creativo e ingegneristico da quello produttivo dello stabilimento di Grugliasco. Come se non bastasse, sulla Bertone 100, che detiene anche la proprietà del marchio Bertone, grava un pegno che copre in parte la proprietà dell'azienda (museo più marchio). Di fatto la Stile Bertone di Caprie è chiusa da un anno, così come il museo, alloggiato al suo interno. Con l'aggravante che alcune delle auto esposte non appartengono alla società che gestisce il museo, ma alla Stile. Insomma, una bella complicazione.
Ma che cosa potranno comprare i potenziali acquirenti? In che condizioni sono le auto e la struttura della Bertone Stile? Lo vedete in queste immagini: Ruoteclassiche è riuscita a entrare nei locali dell'azienda e a fotografare le condizioni interne e del museo, come sono oggi. Più che di azienda fantasma si potrebbe parlare di effetto Chernobyl: tutto è in ordine, pulito, curato, come se le foto fossero state scattate durante un weekend. Anche l'erba che circonda la struttura è tagliata di fresco. Per non parlare dei reparti, con i pavimenti tirati a lucido, i tavoli da lavoro puliti e gli attrezzi funzionanti e pronti per l'uso. Il tutto avvolto in un silenzio spettrale, per certi versi inquietante. In una settimana, infatti, lo stabilimento potrebbe tornare in attività. "Qui è tutto in ordine perché aspetto che mi diano il permesso per ripartire" sostiene l'irriducibile Lilli. A mantenerlo così ci pensa un addetto alla sicurezza tuttofare che è consigliabile non contraddire e che ha in cura anche le auto del museo. Ogni sei mesi le mette in moto, ogni due settimane le spolvera; ma da una prima analisi superficiale nessuna sarebbe in grado di sostenere un viaggio. Molte di loro sono funzionanti (altre sono semplici maquette), ma con i limiti che tutti i mezzi fermi da anni evidenziano. E che probabilmente mostravano già al momento della nascita: per realizzare i prototipi venivano infatti acquistate vetture di serie usatissime, già malandate, con un'infinità di chilometri sulle spalle, sulle quali poi venivano realizzate le nuove carrozzerie. L'im- portante era che i motori potessero funzionare per quel tanto che serviva a spostare l'auto su una pedana o nel giardino di Caprie per le sessioni fotografiche. Tra questi prototipi spiccano la Porsche Karisma del 1994, su base 911; la Lamborghini Genesis del 1988, monovolume con motore V12; la Ferrari 308 GT Rainbow del 1976, coupé trasformabile in spider; la Citroën Camargue del 1972, sportiva in chiave Stratos su base GS e molte altre ancora, tra cui la Nuccio, la concept creata per il centenario Bertone, ispirata alla Stratos Zero e ad altre concept storiche del "Signor B" dello stile.
Non ci sono i pezzi da novanta, venduti in un'asta a Villa d'Este nel 2011 (Stratos Zero del 1970, Lamborghini Marzal del 1967, Athon del 1980 e Bravo del 1974, Chevrolet Testudo del 1963, Lancia Sibilo del 1978). Restano tuttavia altre vetture interessanti. Tra queste una Lamborghini Miura e una Coun-tach, una Lancia Stratos stradale, un'Alfa Romeo Giulietta SS 1956, una Montreal, una Giulietta Sprint e una serie di altri prototipi che potrebbero fare la felicità di ogni collezionista, ma che offerti in così grande quantità rischierebbero di inflazionare il mercato. Non sempre le concept car godono infatti di grande attrazione.

Aricolo Bertone-prima parte

Aricolo Bertone-seconda parte

IMAGE Mio papà Ferruccio Rassegna Stampa RUOTECLASSICHE - Aprile 2016 Mio Papà Ferruccio Centenario dalla nascita La parabola di Lamborghini vista dall'unico figlio. Che ha dedicato il ricordo del padre numerosi libri e un importante Museo. Ecco come ha fatto un uomo della terra a diventare un mito dell'automobilismo. I Toreri di Sant'Agata   Read More...
IMAGE I Toreri di Sant'Agata Rassegna Stampa RUOTECLASSICHE - Aprile 2016 I Toreri di Sant'Agata La storia é di quelle che sanno di leggenda: Ferruccio costruisce trattori, possiede una Ferrari e le sue capacità di guida sono tutt'altro che manuale. Finisce spesso con la frizzione bruciata e il costo del pezzo di ricambio, é secondo lui, fuori da ogno... Read More...
IMAGE Automobili d'Epoca - MIURA - 2016 Rassegna Stampa Automobili d'Epoca - MIURA - 2016 UNA STORIA EMILIANA Il 28 Aprile 1916 nasceva Ferruccio Lamborghini, il cui nome é rimasto legato ad un automobile diversa da tutte. La prima Lamborghini, del 1963, é troppo silenziosa. Piacerà subito comunque. Soltando due anni dopo, nel 1965, moltorumore farà nel... Read More...
IMAGE Carrozzeria Scaglietti Rassegna Stampa Carrozzeria Scaglietti La sua storia si intreccia parecchio con quella del "Grande Vecchio", fondatore della casa automobilistica più prestigiosa del mondo, e di cui proprio Scaglietti stesso fu, sin dall'inizio, il più fedele fra i collaboratori: Non per niente le più belle vetture della storia dalla marca del... Read More...
IMAGE Ferruccio Grace Rassegna Stampa Ferruccio Grace - Il sogno di Ferruccio Era nato esattamente cento anni fa. Dai trattori creati dai mezzi militari dimessi era passato il segno di contrastare la Ferrari. L'azienda che ha fondato continua vivere con sempre maggior grinta e appeal. Ferruccio Grace   Read More...
IMAGE Lamborghini Countach Rassegna Stampa Lamborghini Countach - Ritorno al foturo Nacque dalla collaborazione con Bertone nei prossimi anni'70, in un periodo difficile per l'automobile e quasi impossibile per le super-sportive. Ciononostante fece invecchiare di colpo un autentico capolavoro come la Miura e fece attirare l'attenzione dei passanti, facendo uscire la... Read More...
IMAGE Auto Capital e anniversario Ferruccio Rassegna Stampa Auto Capital - Anniversario Ferruccio Dear friends, we are pleased to attach an article about our "Tori" meeting in October 2015, published in the February issue of Auto Capital, written by Claudio Ivaldi, with pictures taken by Gualtiero Naldi. Many thanks to them for doing a great job, animated by the passion that we all share as... Read More...
IMAGE L'UOMO CHE SUSSURRAVA AI CAVALLI Rassegna Stampa L'uomo che sussurrava ai cavalli E la terra a cui ha dato tantissimo, ha voluto ricordarlo piantando un albero ed eregendo un monumento a Sant'Agata là dove partono le strade su cui passava accompagnato dal latrato dei dodici cilindri... Read More...
IMAGE La mia vita di corsa Rassegna Stampa La mia vita di corsa Le sue prime Lambo, il rapporto con Ferruccio, i suoi sogni, ma anche gli scherzi. Bob Wallace ci racconta la storia delle sue automobili...   Read More...
IMAGE Arde del Design Rassegna Stampa Arte del Design Giorgetto Giugiaro è un designer italiano: nasce artista, ma studia anche disegno tecnico. All'età di 14 anni, nel 1952, si trasferisce a Torino dove prosegue la sua educazione scolastica nel campo delle belle arti e del disegno tecnico. All'età di 17 anni viene assunto dall'ing. Dante Giacosa alla Fiat entrando... Read More...
IMAGE Lamborghini Brochures Rassegna Stampa Lamborghini Brochures A Sant'Agata è stato inaugurato un bellissimo dipinto del TORO, fortemente voluto da Cristina Guizzardi e realizzato per onorare il genio di Ferruccio Lamborghini. Sabato sera le Lamborghini ed il nutrito gruppo di appassionati si sono ritrovati per inaugurare la nuova sede dell'associazione Tori e Motori... Read More...
IMAGE CONVOY Rassegna Stampa CONVOY! MEL NICHOLS ON A NEVER-TO-BE-FORGOTTEN JOURNEY BYCOUNTACH, SILHOUETTE AND URRACO IT HAD THE UNREAL QUALITY OF A DREAM. That strange hypercleanlines.s, that dazzling intensity of colour, that haunting feeling of being suspended in time, and even in motion; sitting there with the speedo reading in excess of 160mph and two... Read More...
IMAGE Auto d'Epoca n 9 2014 Rassegna Stampa Auto d'Epoca n 9 2014 Forse è stata una scelta consapevole quella di mettere nelle posi¬zioni meno visibili le F1 degli ultimi anni, dalla McLaren Mercedes MP4-13 campione del mondo 1998 con Mika Hàkkinen alla Amg W04 di Nico Rosberg e Lewis Hamilton 2013. Erano in cima a una grande scaffalatura su tre piani, visibile a livello... Read More...
IMAGE Dos Hombres un destino Rassegna Stampa DOS HOMBRE UN DESTINO Cuenta la leyenda que Eduardo Miura Fernández se indignó cuando tuvo noticias de que un industrial italiano había utilizado su apellido para bautizar un modelo de automóvil. El empresario en cuestión no era otro que Ferruccio Lamborghini, que había empleado el apellido del famoso ganadero español para... Read More...
La Grande Bellezza News La Grande Bellezza FALLIMENTI GRUPPO BERTONE Nuccio Bertone l'aveva chiesto formalmente alla moglie Lilli sul letto di morte: "Promettimi di portare l'azienda al compimento dei 100 anni". Siamo all'inizio del 1997, Nuccio è molto malato e capisce che non ce la farà a realizzare il sogno di arrivare al 2012, quando l'attività di... Read More...

mod_eprivacy